Organizzazione

Modalità di accesso e principi fondamentali

Fondato nel 1978, Analisi Cliniche Puglia è un centro accreditato con la Regione Puglia, e per essa con la ASL BA/ 4, come Laboratorio generale di base con settore specializzato in chimica clinica e tossicologica.

Grazie all'impegno costante, alla dedizione e al desiderio di crescita professionale di coloro che vi operavano, si procedeva, al passo con i tempi, a dotare il Centro di strumentazioni sempre più sofisticate, al fine di garantire maggiore rapidità ed accuratezza nell'esecuzione delle analisi.

Nell’anno 1991 si è avuta la trasformazione societaria del Laboratorio in Analisi Cliniche Puglia con il coinvolgimento di altri professionisti. Attualmente il Centro è diretto dalla Dr.ssa Annalisa Cavallo, medico specialista in biochimica e chimica applicata.

Negli anni '90, si è reso indispensabile trasferire il Centro in una nuova sede, per consentire ulteriore dinamismo ed efficienza delle fasi lavorative ed il tempestivo rispetto di tutte le norme di legge per l'adeguamento delle strutture sanitarie agli standard europei. Oggi il Centro garantisce, nel rispetto dei requisiti previsti, tutti i servizi e le prestazioni descritti nella Carta dei Servizi. La Direzione mantiene alto l’impegno rivolto alla Qualità ed in quest’ottica si prefigge l’obiettivo di mantenere e migliorare continuamente il Sistema Qualità secondo lo standard UNI EN ISO 9001.

Tale decisione si basa sulle caratteristiche delle norme che tengono in particolare attenzione gli aspetti del servizio, non rinunciando al controllo degli aspetti tecnici e professionali per i quali il Laboratorio ha svolto notevoli investimenti disponendo attualmente di apparecchiature all’avanguardia.

Ad esempio, l’interfacciamento delle suddette apparecchiature con il sistema informatico gestionale ed il conseguente utilizzo di etichette con codice a barre ha consentito la univocità di identificazione dei campioni in ogni momento del ciclo produttivo, l'eliminazione di possibili errori di trascrizione dei risultati nonché l’accorciamento dei tempi di risposta.

 

Il Laboratorio Analisi Cliniche Puglia è strutturato in cinque settori tecnici dotati di strumentazione analitica all’avanguardia.

  • Chimica Clinica: determinazioni diagnostiche e di routine sui liquidi biologici
  • Microbiologia: esami microscopici, colturali, antibiogrammi, ricerca di batteri patogeni su urine, feci, liquido seminali e vari tamponi
  • Ematologia e Coagulazione: emocromo, studio della coagulazione
  • Immunometria: dosaggi ormonali, markers tumorali, markers epatite
  • Tossicologia: ricerca droghe nelle urine, alcolemia, marcatore di abuso cronico di alcool (CDT)
  • Allergologia: intolleranze alimentari, allergie agli inalanti
  • Medicina del lavoro: routine per il monitoraggio dei lavoratori ai sensi del D.Lgs 81/08

 

In essi opera uno staff tecnico costituito da:

  • 1 Medico
  • 2 Biologi
  • 2 Tecnici di Laboratorio
  • 1 Infermiere professionale
  • 1 Amministrativo

Modalità di accesso

I pazienti possono accedere ai servizi erogati da Analisi Cliniche Puglia nei seguenti modi:

 

  • Prestazioni di laboratorio

Direttamente presso la sede del Laboratorio munito di:

Richiesta d’esame del medico curante o specialista su ricettario regionale

Richiesta d’esame medica o specialistica

Richiesta diretta dei pazienti

Per accertamenti per i quali necessita prelievo venoso essere a digiuno dalle ore 20,00 del giorno precedente.

 

  • Assistenza

Richiesta diretta (dal paziente) o indiretta (solo tramite il medico) presso la sede o telefonicamente (esclusa l’assistenza sui referti) in osservanza della Legge 196/2003 sulla privacy.

Principi fondamentali

In sintonia con gli indirizzi e i pronunciamenti espressi dalle istituzioni del nostro Paese e dalle più avanzate Comunità Internazionali, l’attività assistenziale viene svolta nel rispetto dei seguenti principi fondamentali.

 

Imparzialità: nell’erogazione delle prestazioni sanitarie di propria competenza il Laboratorio Analisi ispira le proprie azioni ai principi di imparzialità ed equità a favore del cittadino destinatario del servizio.

Eguaglianza: tutti i cittadini che necessitano di prestazioni sanitarie godono di uguale diritto di ricevere il servizio richiesto.

Diritto di scelta: è riconosciuto il diritto del cittadino di poter operare, per la propria salute, le scelte che la vigente normativa gli consente di effettuare.

Continuità: l’inserimento del Laboratorio Analisi in un circuito di prestazioni del servizio sanitario nazionale garantisce agli utenti continuità delle cure necessarie, senza alcuna interruzione nello spazio e nel tempo.

Partecipazione: principio imprescindibile nell’operatività del Laboratorio Analisi è la partecipazione e il coinvolgimento diretto del destinatario delle prestazioni in merito alla diagnosi, alla terapia e relativa prognosi.

Efficacia ed efficienza: Il Laboratorio nell’erogazione dei servizi ha come riferimento le linee guida diagnostiche accettate dalle Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali.

Rispetto della privacy: è pienamente operante la normativa del DLgs 196/03 che tutela la riservatezza dell’utente per i più significativi aspetti del trattamento e delle informazioni che lo riguardano.

Rispetto dell’utente: nei rapporti con l’Utente viene riconosciuta l’inscindibile unitarietà della persona nei suoi aspetti fisici, psicologici, sociali e spirituali, ai quali viene attribuita pari attenzione e dignità.

Diritto alla sicurezza fisica: in tutte le sedi è data rigorosa applicazione alle leggi in materia di sicurezza, della quale si riconosce il valore prioritario e pregiudiziale per un favorevole svolgimento delle pratiche assistenziali.

Diritti e doveri del cittadino

I DIRITTI:

· Il Paziente ha diritto di essere assistito e curato con premura ed attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.

· Il Paziente ha diritto di ottenere dalla Struttura sanitaria informazioni relative alle prestazioni dalla stessa erogate, alle modalità di accesso ed alle relative competenze.

· Il Paziente, ha altresì il diritto di essere informato sulla possibilità di indagini e trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture.

Ove il Paziente non sia in grado di determinarsi autonomamente, le stesse informazioni dovranno essere fornite alle persone di cui all’articolo precedente.

· Il Paziente ha diritto di ottenere che i dati relativi alla propria malattia ed ogni altra circostanza che lo riguarda, rimangano segreti.

· Il Paziente ha diritto di proporre reclami che debbono essere sollecitamente esaminati ed essere tempestivamente informato sull’esito degli stessi.

 

I DOVERI:

· Il Cittadino Malato quando accede in una Struttura Sanitaria è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri malati, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la Direzione del Laboratorio in cui si trova.

· Il Cittadino è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature, e degli arredi che si trovano all’interno della struttura sanitaria.

· L’organizzazione e gli orari stabiliti dalla Direzione devono essere rispettati, al fine di permettere lo svolgimento della normale attività. Le prestazioni sanitarie richieste in tempi e modi non corretti determinano un notevole disservizio per tutta la struttura.

· Nella Struttura è vietato fumare. Il rispetto di tale norma è un atto di accettazione della presenza di altri e un sano personale stile di vivere nella Struttura.

· Il Personale Sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento del laboratorio ed il benessere dell’utente.

· Il cittadino ha diritto ad una corretta informazione sull’organizzazione della Struttura sanitaria, ma è anche un suo preciso dovere informarsi nei tempi e nella sede opportuna.

 

TUTELA DEI DATI PERSONALI

Il rispetto dei diritti alla riservatezza e alla corretta gestione dei dati personali sensibili degli utenti è garantita secondo le vigenti normative. E’ compito dell’operatore dell’accettazione raccogliere direttamente la relativa autorizzazione (MODULO DI CONSENSO) al momento dell’acquisizione dati del paziente.

In osservanza del D.Lgs 196/2003 sulla privacy i referti vengono consegnati direttamente al paziente o a persona da esso delegata previa esibizione della fattura o ricevuta rilasciata all’atto del prelievo; in caso di richiesta specifica i referti possono anche essere spediti per posta o trasmessi via fax previa firma di autorizzazione acquisita dal Responsabile Accettazione.

Per continuare a perseguire questo obiettivo il centro ha inteso dotarsi di un sistema di qualità rispondente ai requisiti della norma UNI EN ISO serie 9001.

ANALISI CLINICHE PUGLIA | 12, Via Tosti Cardarelli - 70125 Bari (BA) - Italia | P.I. 01025610724 | Tel. +39 080 5565651 | Fax. +39 080 5565651 | analisipuglia@tiscali.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite